Come nasce una social community

Meetweb è stata coinvolta di recente nella realizzazione di una social community molto originale che nasce dall’idea di Stefano Consiglio, docente di organizzazione aziendale all’Università Federico II di Napoli, di fare incontrare turisti in visita a Napoli e cittadini innamorati della città.

Homepage AngeliperViaggiatori

La community si chiama Angeli-per-Viaggiatori e l’idea, in sintesi, si basa su questo presupposto:

Quando si visita una città è bello essere guidati da persone del posto. Si ha la sensazione di visitare i luoghi “meno turistici” e “più veri”, di partecipare alla vita di tutti i giorni della città e di farne parte almeno per qualche giorno, da viaggiatori e non da turisti.
Angeli per viaggiatori offre la possibilità di avere un amico disposto a fornire suggerimenti, indicazioni e consigli per migliorare il proprio viaggio

Su questo presupposto, la community raccoglierà persone che offrono la loro disponibilità (gli angeli) ai viaggiatori in arrivo nella propria città. Il progetto parte a Napoli ma, ovviamente, è replicabile.

Nella sua semplicità c’è anche una delle sue principali peculiarità: la community fa riferimento ad un posto specifico (oggi Napoli, domani chissà … ) per cui non basta iscriversi e “giocare” con le funzioni del social; è necessario da subito una maggiore disponibilità da parte degli iscritti per favorire un incontro tra angeli desiderosi di dare una mano e viaggiatori che chiedono un consiglio prima di visitare quel posto.

Il progetto è stato raccontato per la prima volta l’estate scorsa, postato su Kublai a settembre 2008, pubblicato a gennaio 2009 sul blog divulgativo www.angeliperviaggiatori.com e presto sarà online con la piattaforma ufficiale che stiamo sviluppando.

La prima bozza di homepage ... poi è cambiato molto.

Ma qui non voglio dire delle funzioni della piattaforma. Trovo, piuttosto, interessante parlare della modalità con cui Stefano sta gestendo il progetto.

Infatti, pienamente in sintonia con la community che sarà, fondata sull’adesione e sulla partecipazione, questo progetto è portato avanti fin dalle sue origini con lo stesso spirito.

L’adesione
Già sull’adesione è interessante la modalità di conduzione del progetto. Appena usciti con il blog (senza logo e visual), si lanciava una sfida precisa:

Il gruppo promotore di angeliperviaggiatori ha deciso che se entro il 30 marzo non riuscirà a reclutare almeno 100 angeli il progetto sarà accantonato. Se non raggiungeremo questo numero significa che la città non è interessata al progetto o, più verosimilmente, che il gruppo promotore non è in grado di portarlo avanti.

Come dire: se nessuno lo vuole, non lo facciamo.

Può sembrare una sfida semplice, ma non è così. Un angelo si iscrive in attesa di essere di qualche aiuto a viaggiatori che ancora non conosce (né può invitare). Lo fa perché ritiene di poter aiutare (anche solo con qualche info) altre persone nel mondo reale. Il social network è solo lo strumento del nostro tempo. Serve quindi una motivazione un po’ più elevata di quella necessaria per aderire a Facebook …

Per fortuna, la sfida è stata vinta e mentre scrivo siamo già a 111!

Tuttavia è interessante notare una modalità di gestione originale, coerente con l’idea e, a quanto pare, efficace: avviare degli investimenti e stabilire immediatamente un traguardo ambizioso in grado, se non raggiunto, di far chiudere bottega.

La partecipazione
Anche questo è molto interessante. Dalla sua prima versione a quella che poi ha dato vita alla attuale rappresentazione progettuale, la piattaforma è molto cambiata (e continua a farlo) grazie ai commenti ed ai suggerimenti degli amici di Kublai e degli angeli che hanno a mano a mano aderito.

Un esempio? Le 2 homepage nelle immagini di questo post sono il frutto di un primo ragionamento interno. La migliore (in alto) è stata pubblicata sul blog del progetto e su Kublai ed è stato chiesto a tutti di esprimere il proprio parere.

Sulla base di questi commenti, la stiamo completamente rivedendo. Ma completamente … (qui sotto solo uno schizzo … ).

Schizzo della nuova homepage rivista sulla base dei commenti degli utenti.

Insomma, un inizio all’insegna della partecipazione è il miglior auspicio per una community. Quindi, grazie a tutti per l’aiuto :-)

Anche tu hai un’idea 2.0? Scopri come realizzarla dalla case history di Angeli per Viaggiatori

Scopri come realizzare il tuo social network imparando da un caso di grande successo. Consulta tutta la case history di Angeli per Viaggiatori.

Articoli correlati

2 Commenti • lascia un commento

  1. Pingback: Come nasce una social community (seconda parte) | meetweb blog

  2. Pingback: Quanto è visibile AngeliperViaggiatori nei motori di ricerca? | meetweb blog

Scrivi un commento

* I campi con l'asterisco sono obbligatori