Insights, i nuovi strumenti di Facebook per le aziende

Per monitorare i risultati ottenuti, Facebook mette a disposizione delle aziende Facebook Insights: uno strumento di analisi che consente di verificare le performance della propria pagina Facebook valutando il le interazioni con i likers.

Di recente le pagine Facebook hanno subito dei cambiamenti, sia dal punto di vista estetico e funzionale (ne abbiamo già parlato in questo post: Pagine Facebook: cosa è cambiato per le aziende?) che per gli strumenti di controllo delle attività, ovvero gli Insights.

Facebook Insights: cosa non è cambiato

Facebook Insight è da sempre capace di fornirci una “fotografia” dei nostri likers, grazie ad una sintesi dei dati demografici e geografici: riesce quindi il più delle volte a farci capire il target a cui stiamo comunicando, elemento fondamentale per pianificare la strategia giusta e realizzare una comunicazione efficace.

Insights: Dati demografici e geografici likers su Facebook

Ad esempio, se guardiamo l’immagine sopra, capiamo che la maggior parte dei likers della pagina in oggetto è italiana, giovane e ben distribuita tra uomini e donne.
Inoltre, possiamo da sempre verificare l’andamento delle adesioni alla pagina, con un grafico che indica giornalmente quanti cliccano mi piace e quanti si disiscrivono cliccando non mi piace più, accompagnato da una tabella che indica dove è stata effettuata la selezione.

Insights: provenienza mi piace

Facebook Insights: le novità

Con questi 4 parametri posti in alto sulla prima pagina del nostro Insights, abbiamo da subito la percezione delle prestazioni generali della pagina.

Facebook Insights: dati di baseUn’altra tabella molto interessante è quella che ci mostra con quali contenuti gli utenti interagiscono di più. Questi dati sono fondamentali per capire cosa funziona e cosa non funziona sulla nostra pagina e quindi calibrare la nostra comunicazione Facebook per renderla più efficace.

Oltre ai  mi piace totali sulla pagina (che avevamo anche sul vecchio Insignts) ora abbiamo la percezione del potenziale virale della pagina, conoscendo esattamente il numero totale di amici dei nostri likers – quindi tutte quelle persone che potrebbero visualizzare i contenuti della nostra pagina nel caso in cui uno dei likers commentasse, condividesse un post, etc… – il numero di persone che parlano della nostra pagina – cioè gli utenti che hanno contribuito alla diffusione della pagina con la creazione di una notizia – e infine la portata totale  - ovvero il numero di persone che ha visualizzato i contenuti relativi alla pagina nell’ultima settimana. Di questi ultimi, inoltre, possiamo consultare anche nel dettaglio i dati di sintesi anagrafici e geografici, in modo analogo a come facciamo per i likers, per avere un quadro ancor più completo di chi raggiungiamo e potremo in futuro raggiungere con la nostra pagina.

Un’altra tabella molto interessante è quella che ci mostra con quali contenuti gli utenti interagiscono di più. Questi dati sono fondamentali per capire cosa funziona e cosa non funziona sulla nostra pagina e quindi calibrare la nostra comunicazione Facebook per renderla più efficace.

Cliccando sul singolo post, inoltre è possibile visualizzare tutte le azioni che esso ha generato, anche se si tratta di azioni negative come ad esempio se il post è stato nascosto oppure ha provocato commenti negativi.

Questa novità ci consente non solo di capire cosa ha avuto successo in termini quantitativi (più o meno interazioni, più o meno diffusione) ma anche se e cosa non è piaciuto in termini qualitativi, tanto da determinare azioni negative.

In sintesi, le novità di Facebook Insights vanno in due direzioni ben precise

1) ottimizzazione dei contenuti.

Il dettaglio con il quale possiamo ora analizzare il rendimento dei post e metterli a confronto ci consente di puntare sui contenuti di maggior successo e tralasciare i contenuti meno apprezzati, rendendo la comunicazione più mirata ed efficace.

2) una visione più ampia.

Conoscere dati quali il numero di amici dei nostri likers e il numero di persone che hanno visualizzato un qualsiasi nostro contenuto e i loro dettagli anagrafici e geografici, ci consente di andare al di là della semplice “fotografia” di chi effettivamente ci segue, vuol dire conoscere l’effettivo potenziale virale della pagina e quindi pensare a delle mirate strategie di diffusione.

Scarica la presentazione di Facebook Professional

Compilando la form puoi consultare subito in formato pdf tutti i dettagli e i costi del servizio di Facebook Marketing, per valutare la nostra offerta o proporla al tuo CEO.

Articoli correlati

2 Commenti • lascia un commento

  1. Pingback: Facebook Fan Page meglio di un profilo per 8 motivi - Muraleswebstudio

  2. Pingback: Post perfetto su Facebook in 6 mosse - Muraleswebstudio

Scrivi un commento

* I campi con l'asterisco sono obbligatori